24. settembre 2014

Si fa presto dire… “Lima per unghie!”

Vuoi avere delle mani favolose? Devi avere unghie favolose! Vuoi avere unghie favolose? Scegli la lima adatta a te. Semplice…

Protezione, appoggio, presa degli alimenti, difesa, offesa: ecco le funzioni delle unghie secondo i più comuni dizionari italiani. Scusate, ma io non sono proprio d’accordo! Dimenticano la funzione principale: seduzione!

E se le unghie sono un’arma di bellezza e di seduzione, vanno curate. Nel modo giusto e con gli strumenti giusti. Nella fattispecie, con le lime giuste.

Ne esistono di diversa forma, colore, spessore, ruvidità.

Le lime curve sono indicate per la ricostruzione delle unghie e per addolcirne i lati, quelle dritte sono ideali per crearne la forma (quadrate, tonde, ovali).

Tutte esibiscono un numero che indica la loro Grana o Grit, ovvero l’indice di ruvidità.
Più il numero è alto più la grana sarà sottile (e la lima meno abrasiva), più il numero è basso più la grana sarà grossa (e la lima più abrasiva).

La caratteristica principale da prendere in considerazione per la scelta della lima giusta, è però sicuramente il materiale di cui è composta.

Iniziamo subito con un’avvertenza: le lime di acciaio, non usatele! Riscaldano l’unghia, la fanno sfaldare e sono troppo aggressive. Fidatevi di me…

Lime in vetro: sono adatte a chi ha unghie particolarmente fragili e sottili, sono delicate ed il loro utilizzo evita che si creino quelle microfratture che poi rendono le unghie soggette a spezzarsi. Secondo me, sono le migliori. Non fatele cadere, e vi dureranno per sempre!

Le lime di cartone sono economiche e pratiche, direi che sono quelle che… ‘ti salvano’: vanno bene per accorciare, dare la forma e smussare gli angoli. Scusatemi, ma non le adoro…

Lime a grana di diamante: si possono lavare,  durano a lungo e sono molto resistenti. Si consumano meno facilmente di quelle di metallo e sono adatte a tutti i tipi di unghie in quanto poco aggressive.

 Lime di legno: sono molto flessibili ma non sono lavabili e tendono a consumarsi.

Lime di plastica: non sono altro che le classiche lime che utilizzano le estetiste per la ricostruzione delle unghie e per la manicure. Lungi da me!

Lima a quattro/sei fasi: sono lime composte da sezioni differenti ciascuna con diversa grana e con un proprio utilizzo specifico. Accorciare e definire, rendere perfettamente liscio e regolare il bordo, levigare e lucidare. Per una manicure completa!

Lima a mattoncino o buffer: anche in questo caso vale la regola “più facce più funzioni”. In più rispetto a quelle viste finora, permette di opacizzare e poi lucidare l’unghia. L’opacizzazione è utile prima di stendere lo smalto, garantendone una maggiore durata. La lucidatura è invece ideale per chi non ha troppo tempo per curare anche lo smalto.


tutti gli articoli

tutti gli articoli sull'argomento BEAUTY

scrivi un commento

* campo obbligatorio

*