9. aprile 2015

Rossetto, focus on!

Lo sapete che l’accessorio femminile più sensuale ha alle spalle ben 5000 anni di storia? Non si direbbe, vero?

Da quando agli inizi del ‘900 sulla scena fece la sua comparsa Elizabeth Arden con le nuances Montezuma Red e Victory Red, il rossetto non ha mai smesso di essere il simbolo dell’emancipazione femminile. Ma oggi non voglio parlarvi della fantastica storia del rossetto. Voglio parlarvi del… rossetto!

Adorate quando la sua magia si sprigiona sulle vostre labbra, ma scommetto che non vi siete mai chieste ad esempio che tipo di formula abbia. O di cosa sia composta la parte colorante. Non che sia indispensabile saperlo per forza, per carità. Però… ora siete curiose, vero?!

Iniziamo allora dalla formula: si tratta di un gel costituito da cere, grassi, oli di vario tipo, resine e pigmenti. Per assumere la forma stabilita, viene colato allo stato fuso in stampi successivamente raffreddati.

Gli altri ingredienti di un rossetto variano in base alla funzionalità del prodotto (idratazione diretta e indiretta della mucosa labiale, effetto repulp, azione volumizzante), e possono essere molteplici: olio di ricino per conferire lucentezza, cere (animali, vegetali o sintetiche) per dare consistenza allo stick e al deposito del sottile strato colorante sulle labbra. Sostanze grasse (derivati della lanolina, burro di karitè, burro di cacao) per assicurare morbidezza ed emollienza.

I rossetti contengono conservanti (che impediscono la proliferazione batterica), aromi (profumano il rossetto), antiossidanti e una serie di principi attivi (emollienti e protettivi, anti-radicali liberi, filtri solari) che proteggono la mucosa delle labbra.

Coloranti

Considerando che il rossetto è un prodotto che è apposto sulle labbra e quindi viene parzialmente ingerito, la maggior parte dei coloranti è utilizzato anche in ambito alimentare. Si tratta di pigmenti finemente macinati e dispersi negli oli: alcuni sono inorganici come gli ossidi di ferro, altri sono organici di origine naturale ma oggi prodotti sinteticamente come il carminio.

Esistono diversi tipi di rossetto a seconda del loro finish: i gloss contengono molte cere ed oli per creare un film molto liscio sulle labbra, i rossetti matte contengono molti pigmenti e pochi emollienti. I rossetti frost e quelli shimmer contengono miche, minerali che conferiscono riflessi brillanti e/o metallici.  I rossetti volumizzanti contengono infine sostanze irritanti come la capsaicina, una molecola contenuta nei peperoncini che gonfia temporaneamente le labbra.


tutti gli articoli

tutti gli articoli sull'argomento BEAUTY

scrivi un commento

* campo obbligatorio

*