17. luglio 2015

Make up shopping for sweet dummies: Blush, Bronzer, Illuminante

Quando si parla di blush/fard, terra e bronzer, e illuminante si tocca un argomento di cui molte donne sanno poco o nulla, c’è chi non ne usa, chi li utilizza in modo sbagliato, chi vorrebbe ma non sa da dove partire.

Oggi affronteremo l’argomento, vediamo di fare un po’ di chiarezza sui prodotti, sul mistico mondo del contouring e su come usare cosa, vedrete che dopo tutto sarà più facile e più divertente e probabilmente di uno dei tre prodotti non potrete più fare a meno.

 

Blush/Fard:

Blush e Fard sono la stessa cosa, il primo è il nome inglese, il secondo quello francese, entrambi indicano quel prodotto viso che va a riprodurre sul nostro volto il naturale rossore che si anima sul nostro viso a seconda delle nostre emozioni. Un velo di colore è sinonimo di salute, di giovinezza e freschezza, negli ultimi anni è diventato importantissimo, anche grazie alle formule sempre più intriganti lanciate sul mercato.

Se ne trovano in polvere compatta, i più classici, come i Pure Color Blush di Estèe Lauder oppure Fard Naturale di Deborah Milano, ma oltre alle classiche polveri si trovano anche in crema, in formato stick con i Chubby Stick Cheek Colour di Clinique oppure in pot, in vasetto, come i Like a Doll Cream Blush di Pupa Milano. Scegliere il formato che si preferisce sta a voi, l’applicazione del prodotto in entrambi i casi è molto facile, ciò che può cambiare è la tenuta e la pigmentazione.

Un blush può essere opaco oppure satinato, alcuni hanno anche qualche glitterino, scegliere quello che preferite sta tutto a voi, io personalmente vi consiglio i primi due, più gestibili e dall’effetto più naturale. Anche il colore da scegliere è una cosa molto personale, vi troverete di fronte dei rosa o dei pesca, dei malva e dei rossi, partite dal colore più semplice, più soft e poi sperimentate.

 

Bronzer:

Uno degli errori più comuni che le donne fanno è usare la Terra o Bronzer in modo improprio. Ho visto amiche armate di ampi pennelli cospargere il proprio visto di bronzer, rendendo il proprio volto di un innaturale color biscotto.

La Terra o il Bronzer, che vi assicuro sono due cose un po’ diverse tra loro, sono prodotti in polvere che vengono utilizzati per creare ombre e volume sul viso o per scaldarne il colorito. L’area in cui si applicano è principalmente nell’incavo delle guance, ai lati delle tempie, sul collo ogni tanto e lungo la mascella, insomma i punti più di confine del viso dove già ci sono naturalmente delle ombre o dove vogliamo crearle.

La terra di solito è usata per creare ombre, il bronzer è quel prodotto che può svolgere anche quella funzione e in più scalda il colore dell’incarnato e dona quell’effetto un po’ abbronzato.

Cosa scegliere per questa tipologia di prodotto? Beh, tra i più famosi abbiamo Terracotta di Guerlain, disponibili anche nella versione 4 Seasons che può fare anche da Blush o nel classico Poudre Bronzante. Altrimenti si può provare con Diorskin Nude Air Tan Poudre di Dior, Maybelline FIT Me Bronzer, o con i Bronzing Duo di Clarins.

 

Illuminante:

Più del blush e della terra credo che sia l’illuminante il prodotto più sconosciuto, quello meno usato. In commercio ce ne sono tanti, ma sono nascosti sotto il nome di ciprie illuminanti o di all over, vanno un po’ cercati e rintracciati, trovarne non è così facile.

L’illuminante è quel prodotto che crea i punti luce sul viso, sugli zigomi, lungo l’osso proprio sotto l’occhio e poco prima della guancia, ma anche sull’arco di cupido (il punto più alto del labbro superiore), e in tutti quei punti che sono naturalmente colpiti dalla luce e che rendono il nostro viso radioso.

In Italia la moda dell’illuminante è arrivata da poco, in commercio di validi se ne trovano ancora pochi, però ci sono e confido nel fatto che pian piano l’offerta aumenterà.

Il più famoso di tutti è sempre di Guerlain, Les Meteorites, una cipria illuminante che ha fatto storia nel mondo della cosmesi e che ancora oggi è oggetto del desiderio di molte donne, me compresa.

 

Qualche consiglio utile e un paio di indicazioni in più:

 

  1. Se siete indecise sul colore del blush da utilizzare, scegliete un colore naturale, un pesca magari, che di solito si sposa bene sia con le carnagioni chiare che con quelle più scure e un po’ con tutti i sottotoni, visto che contiene una parte di rosa e una parte di giallo che rende il colore piuttosto versatile.
  2. Per applicare i tre prodotti nei punti giusti senza sbagliare procedete così: con le dita toccate l’osso dello zigomo, il punto più alto, lungo la linea dell’osso va applicato l’illuminante senza però scendere sulla guancia o sul pomello. Dal punto più morbido della guancia verso l’orecchio si individua l’area dove si applica il blush, stendete il prodotto partendo da metà guancia verso l’orecchio o dall’orecchio verso la guancia, cercate in ogni caso di rimanere sempre nel punto più esterno e ben lontane dal naso. Sotto quell’area, nel punto dove l’osso si incava, si applica la terra o il bronzer, e sempre questo si può applicare sulla tempia, sfumando bene bene.

Questa non è ovviamente una regola fissa, è solo una traccia per chi è alle prime armi e non sa dove applicare cosa. Come sempre tutto dipende dalla forma del vostro viso, da quanto è lungo o tondo o squadrato, in carne oppure no, provate a chiedere consiglio in profumeria, ad osservarvi, cercate su internet, insomma provate a studiarvi meglio per capire come valorizzare le vostre forme.

  1. Quando scegliete una terra o un bronzer state attente al colore, se avete una pelle molto chiara evitate polveri troppo scure o troppo arancioni, vi faranno sembrare dei biscotti.
  2. I prodotti in polvere richiedono l’uso di pennelli per l’applicazione (di solito si scelgono pennelli morbidi e folti, più o meno grandi), i prodotti in crema invece si applicano facilmente con le dita. In ogni caso la regola d’oro da seguire è quella di sfumare bene, e non esagerare mai con le quantità, applicare sempre poco prodotto per volta e tenere a mente che poco è già troppo.
  3. Per chi è alle prime armi e non sa bene quali prodotti acquistare, consiglio di provare con qualche palette multifunzione che contengono bronzer, blush e illuminante. Una con cui mi sono trovata splendidamente è il Blush Subtil Palette di Lancôme.
  4. Contouring è una parola che si sente sempre più spesso ultimamente, è una tecnica di trucco che viene utilizzata per scolpire letteralmente il viso, dagli otticamente una forma diversa, e viene realizzata con l’utilizzo di terre, correttori e fondotinta di colori chiari e scuri per creare un gioco di luci ed ombre.

Da qualche settimana si parla anche di Strobing, che in sostanza è sempre una tecnica di trucco volta a modellare il viso in base alla luce, solo che invece di creare ombre si creano punti luce tramite polveri illuminanti applicate nei punti più esposti alla luce del viso.

Spero di aver fatto un po’ di chiarezza sull’argomento blush, terre e polveri viso, e spero di avervi incuriosito e di aver dato consigli utili.

Al prossimo capitolo! Un bacio

Articolo scritto da Anna Gaia Ricciotti – What’s in my bag

 


tutti gli articoli

tutti gli articoli sull'argomento BEAUTY

scrivi un commento

* campo obbligatorio

*