15. giugno 2015

IL TRAMONTO DEGLI HIPSTER, L’ASCESA DEGLI YUCCIE

Dopo gli Yuppie degli anni ’80 e gli attuali Hipster, ora è tempo di… Yuccie!!
Ragazze tenete bene a mente questo nome che di sicuro tra un po’ entrerà prepotente a far parte del nostro vocabolario.
Yuccie è l’acronimo di Young Urban Creative e sta a descrivere “l’avanzata” di questa tribù fortemente motivata, creativa e indipendente.
David Infante, giovane giornalista di Brooklyn, ha il merito di aver coniato per primo questo termine pubblicandolo sul noto sito d’informazione americano, Mashable, ed ha fatto tendenza al punto di diventare il padre putativo di questo movimento.
Ma chi è lo Yuccie?
Si tratta del nuovo prototipo metropolitano, un misto tra yuppie e hipster, che vuole ereditare dal primo la ricchezza e dal secondo la creatività, pur mantenendo una propria identità.
Dunque ragazze innamorate delle folte e microbiche barbe vintage, d’ora in poi via i grandi occhialoni d’osso da pseudo-miope, via i baffetti arricciati all’insù e basta con camicie a scacchi, calzini a righe e pantaloni stretti rigorosamente risvoltati. L’Hipster si sta estinguendo.
L’uomo di oggi è del tutto diverso e non bada molto all’abbigliamento o all’aspetto estetico, quanto piuttosto alla realizzazione dei suoi sogni. Gli Yuccies non pensano a tatuarsi le braccia, a farsi piercing o a comprare l’ultimissimo modello di smartphone.
La loro arma è il pensiero. La loro filosofia è essere pagati per pensare. Lo yuccie vuole guadagnare rendendo la sua intelligenza remunerativa.
Non sono più giovani alla costante ricerca di un posto da impiegato e con uno stipendio assicurato, ma artisti, giornalisti, scrittori, musicisti o quello che sia, purché possano dar sfogo alla loro creatività! E non importa se i guadagni scarseggiano, l’importante è la soddisfazione personale!

Gli Yuccie sono urban, amano la città, andare al ristorante, leggere riviste e mangiare cibi sani. Amano i social, dove comunicano, intavolano discorsi e animano le folle, diffondendo il loro pensiero. Possono sembrare spocchiosi e cinici e la loro pretesa in realtà frutto di agi e privilegi, ma sono ragazzi che cercano di guadagnarsi da vivere come chiunque altro, e per farlo hanno deciso di avvalersi delle loro opinioni, delle loro idee e di tanta creatività.
Alla fine perché non dovremmo provare tutti ad inseguire i nostri sogni e magari  trarre profitto da questi? Volere è potere… buona fortuna!


tutti gli articoli

tutti gli articoli sull'argomento STYLES, TRENDS

scrivi un commento

* campo obbligatorio

*