20. gennaio 2015

Il freddo? Aiuta a restare giovani!

Super maglione e cappello di lana, sciarpa fatta all’uncinetto dalla nonna e piumone a prova di Antartide: siete conciate così? Ok: adesso, spogliatevi.

Ebbene sì, il freddo fa bene e aiuta a restare giovani! I ricercatori hanno scoperto che apporta molti benefici alla nostra pelle, tra cui quelli di restringere i pori e di favorire l’ossigenazione naturale delle cellule.

Lo sapevano bene gli antichi romani: nelle loro terme avevano predisposto percorsi benessere che alternavano passaggi dal calidarium (ambiente con caldo secco) al frigidarium, dove la temperatura era notevolmente più bassa. L’alternanza era molto efficace nel ritemprare il corpo e disintossicare la pelle.

 

Tra gli effetti benèfici più importanti delle basse temperature ci sono anche quello analgesico e quello metabolico, ovvero di rallentamento delle attività cellulari: in altre parole, il freddo rallenta il processo di invecchiamento dei tessuti. È l’antiage per eccellenza!

Fa bene a chi soffre di varici, flebiti o disturbi della circolazione linfatica.

Può avere un impatto positivo sulla perdita di peso in caso di rischio obesità e anche ridurre il rischio di attacchi di cuore: una ricerca pubblicata su Cell Methabolism ha mostrato che rabbrividire, oltre ad essere dispendioso dal punto di vista calorico (ogni brivido è una contrazione muscolare), rilascia un ormone che stimola il tessuto grasso a produrre calore, liberandoci così di quei chili che dieta e attività fisica sembrano incapaci di intaccare.

Altri studi ancora scomodano addirittura la Nasa, ma se siete d’accordo direi di soprassedere.

C’è invece un famoso studio degli anni ’70 che mi interessa: si tratta di un’indagine sul rapporto tra il rendimento (e quindi la nostra ente) e la temperatura dell’ambiente in cui si lavora o ci si applica. Con il caldo si studia male, e nelle scuole una classe “fresca” (intorno ai 16°C) porta rendimenti migliori.

 

In conclusione, il consiglio è: imparare ad apprezzare le basse temperature, mantenendo basso il riscaldamento (secondo una ricerca giapponese l’ideale sono 17 gradi) e godendosi l’aria aperta. Basta proteggere le parti scoperte del nostro corpo con prodotti specifici, e ne avremo in cambio inaspettati vantaggi: mantenerci concentrati, magri e riposati.


tutti gli articoli

tutti gli articoli sull'argomento BEAUTY

scrivi un commento

* campo obbligatorio

*