27. luglio 2015

Consigli di bellezza… per prendere il volo!

Ora che Agosto è alle porte possiamo finalmente parlare di vacanze e di viaggi senza gettare nessuno nello sconforto per l’attesa. Gli adulti, si sa, aspettano le ferie più o meno come i miei nipoti aspettano il Natale… e finalmente ora ci siamo!

Ognuno sicuramente avrà scelto la meta più vicina alle proprie esigenze e al proprio lifestyle, ma se come me vi siete orientati su un viaggio intercontinentale… voglio darvi qualche consiglio adatto proprio a chi prenderà l’aereo.

Nelle mie ricerche infatti, proprio qualche giorno fa, ho letto alcune indicazioni a riguardo di due assistenti di volo e di una pilota. Queste tre donne trascorrono più di 200 ore al mese in aereo… quindi chi più autorevole di loro quando si tratta di cura della pelle per chi vola?!

Innanzitutto la parola d’ordine è ACQUA. In aereo infatti l’aria è molto secca e questo è ciò che rende la pelle particolarmente disidratata. Ogni passeggero sull’aereo inspira ossigeno e rilascia anidride carbonica e nonostante venga pompata aria fresca nella cabina, a certe altitudini l’aria ha poca umidità. Prima cosa da fare quindi è bere, bere, bere e bere.

Inoltre per idratare la pelle e proteggerla durante il volo io uso Travel Tested Solutions di Kiehl’s, una miscela rinfrescante per il viso che lavora immediatamente per rinvigorire l’epidermide. 

Seconda cosa, immagino la saprete, è quella di ridimensionare il vostro kit di bellezza. Sia per comodità e peso minore, sia per le famose regole aeroportuali. In commercio si trovano tantissimi prodotti di taglie mini adatti ad essere inseriti nel bagaglio a mano, ma se voi usate prodotti particolari e non volete rinunciare alla vostra beauty routine, potete comperare un set viaggio tipo quello che io ho preso da Douglas e riempire i contenitori con i vostri prodotti.

Ovviamente, per combattere l’aria secca dell’aereo, non devono mancare una crema viso, un balsamo labbra e un contorno occhi.

Altra cosa fondamentale è la protezione solare. Durante il volo ad alta quota infatti si è più vicini ai raggi nocivi del sole, soprattutto se siete seduti nel posto vicino al finestrino. Le esperte consigliano addirittura di applicarla più volte durante il volo e così io ho portato con me la mia Sun cream face spf 30 di Douglas direttamente nel suo formato 50 ml. Alternativa alla protezione? Volare di notte.

Poche accortezze in fondo… ma fondamentali. Organizzatevi quindi come si deve, e buon volo a tutte!


tutti gli articoli

tutti gli articoli sull'argomento BEAUTY

scrivi un commento

* campo obbligatorio

*