26. settembre 2014

Blush: guance da baciare

Sapete cosa significa “blush” in inglese? Significa “arrossire”! Nell’ambito di un buon make-up, il blush è quel prodotto che assume il gravoso compito di cancellare dalle gote il pallore e la stanchezza che ci causano studio, stress e lavoro.

In questi giorni in Germania è tempo di Oktoberfest e quel turbinio di capelli biondi, trecce e gote rosse, mi fa ogni volta un po’ invidia! Sapete perché? Perché penso:” Accidenti, certo che queste ragazze sono proprio il ritratto della salute!”. E mi soffermo sul colorito sano delle loro guance, un pochino alla Heidi, proprio come se avessero appena trascorso una giornata all’aria aperta…

Per consolarmi, ho deciso che vi parlo allora del blush! O fard, se preferite.

Inizierei dicendovi che è disponibile in almeno tre formulazioni: la classica in polvere, che si applica con pennello e perdura molto; quella cremosa, ideale per pelli secche o mature, che va picchiettata e sfumata con le mani; la tinta, un liquido ad alta resistenza che va steso rapidamente con la punta delle dita.

Vediamo ora come si applica.

Prima cosa, create la ‘zona d’ombra’: con l’aiuto di un pennello a setole morbide sfumate un po’ di terra opaca al di sotto dell’osso zigomatico: è la parte in cui la fine dello zigomo si incontra con l’inizio della mascella. Applicate un pizzico di colore e portatelo all’indietro verso l’orecchio sfumando bene.

Poi passate al blush.

Il segreto, sta tutto nella forma del viso:

se avete un volto dai lineamenti tondi, puntate su una sfumatura marrone da mettere tra lo zigomo e la mandibola. Tirate in dentro le guance e applicatelo trasversalmente dalla tempia alla fossetta che viene a crearsi, così da ‘sfilarlo’ e snellirlo;

se, invece, il vostro viso è allungato e un po’ scavato, scegliete il blush nei toni del rosa e puntate sull’effetto “pomette” per renderlo più tondo.
Ecco un trucco per un’applicazione a “pomette”: sorridete e stendete il colore solo al centro delle guance!

In entrambi i casi, cercate di fare in modo che il blush vada a fondersi con l’ombreggiatura creata prima con la terra…

Importante è anche, ovvio, sapere su quale nuance puntare.

Il rosa vivace si sposa con le carnagioni chiare: crea un fascinoso stacco di colore che rende sexy un viso un po’ pallido.
 Il rosa tenue, a mio parere, sta bene a tutte le carnagioni.

Le pelli scure (spesso opache e spesse), necessitano tonalità di blush marrone e corallo: le guance diventano subito più luminose.

L’arancio, mattatore dell’estate 2014, si conferma anche come trend fall/winter. Sta bene a tutte le carnagioni e dona un colorito particolarmente riscaldante alle pelli chiare.

In generale, direi che  il blush sarà meno presente del solito in questo autunno inverno, ma le nuances che andranno per la maggiore sono sicuramente il deep orange, il pesca intenso,  il color porcellana, il rosa antico scuro, il salmone ed anche la tonalità strong pink.

Spero di esservi stata d’aiuto! Prima di salutarvi, vi regalo questa perla di saggezza, sempre ispirata all’Oktoberfest: se avete una carnagione chiara, volete avere guance da baciare, ma volete scongiurare l’effetto Heidi, seguite questa regola: dizzy, not drunk!


tutti gli articoli

tutti gli articoli sull'argomento BEAUTY, STYLES

scrivi un commento

* campo obbligatorio

*